Adieu, PONT-VERT de Tesi’

[ Grottammare: anche la demi-Grand Opéra di Tschumi/Pierre Gallin non si farà ]

 

Esaminando il bel rendering dell’ex marciapiede del (demi) PONT-VERT di Tesi’, documento trafugato dalle mie brave talpe nell’ufficio del sindaco, vien purtroppo da pensare che anche quest’altra piccola Grande Opera non si farà.

Archistar TSCHUMI ha rinunciato ai “giganteschi alberi fronzuti” in favore delle solite palme raccomandate dal punteruolo-rosso, e non ha messo gli indispensabili giochi per bambini, cui tanto tiene sindaco Pierre Gallin. Se n’è scordato, dei giochi e dei dissuasori.

Adesso, appena verrà a saperlo, la Fondazione CARISAP negherà i fondi. Certo che sarà una scusa. Ma se gli è andata bene con l’ANIMA buonanima…

Proprio un peccato rinunciare all’ombra e ai giochi su mezzo ponte. Toccherà inventarsi qualcos’altro: quello, in un ponte design-oriented, non può restare un banale marciapiede. Però va già riempiendosi – abusivamente, perché è tuttora sbarrato – di pensionati grottammaresi e sambenedettesi che incantati osservano lo spettacolo di camion-bus-camper “fuori misura” che – non avvisati se non quando ci arrivano sotto – sbattono sui dissuasori/prosciutto: una goduria, tutti a scommettere, SBAMM, centrato, casca… non casca… piegato… ferito…

 

18 luglio 2017                              PGC

Rendering

 

Annunci