RIPADOMANDA.IT  *

[10 righe – 200 parole alla settimana, prima dei pasti]

 

        Dietro i bei mattoni di Ripa: dentro i musei le chiese il teatro i palazzi le torri… cosa c’è? Non si sa: quasi tutto sbarrato. Noi non guardiamo più neanche le facciate, ma che figura coi viaggiatori e i turisti che devono accontentarsi solo di quelle: per forza che se ne vanno dopo un’ora un caffè e un souvenir! Ripa poco si cura del suo passato: pare una città disoccupata, dismessa, spenta. Eppure dietro i bei mattoni di Ripa quanta cultura: arte pittura architettura religione storia poesia letteratura… perfino silenziosa musica! Ricchezza pronta a portata di sguardo ma “inagibile”. RIPADOMANDA.IT: perché? Incredibile che con gli ampiamente sbandierati finanziamenti del 2012 (ben prima del terremoto che è ormai l’alibi per tutto) nella Pinacoteca nessun lavoro sia stato avviato, e gran parte delle strutture museali e degli edifici di pregio siano tuttora “invisibili dentro”. Come se non esistessero! Certo viviamo in tempi cinici e decadenti, ma chi può aiutarci ad uscire dal “gorgo perfido” (direbbe Paolo Conte) se non l’anima dei bei mattoni di Ripa? Non serve la Bandiera Arancione, se i luoghi ricchi di memoria, di insegnamento e di significato, restano muti.

 

*esce il giovedì               – numero 0

Annunci