[In un amen svuota la Diciotti, si accolla 100 migranti e ne piazza 20 in Irlanda e 20 in Albania]

Forse ha indugiato troppo, Francesco, ma almeno c’è riuscito. Chissà che fatica convincere la CEI – quanti Salvini, in Vaticano! – però alla fine il Papa è sempre il Papa. Voilà: 100 migranti a Caritas e diocesi (chissà se se li contenderanno, Rocca di Papa già non li vuole); 20 in Irlanda come regalo-di-visita obbligatorio (la Chiesa d’Irlanda si sarebbe presa pure qualche minorenne, ma erano finiti); e 20 addirittura in Albania, che schiaffo morale ci siamo presi sui denti!

Bravo Francesco, quindi.

Questa sola dovrebbe essere la “Politica” della Chiesa, non quella che le è invece abituale, di entrare a gamba tesa e inopportunamente in questioni di ordine civile che anche tecnicamente non la riguardano. Compiere autonomamente la “buona azione”, dare l’esempio. Con coraggio. Senza calcoli nè mediazioni.

Questo ha fatto – in Italia e altrove – negli anni bui della storia, riscattando la grave compromissione dei suoi vertici con tutte le devianze del potere.

Oggi il suo silenzio è stato pesante, e occorrevano invece “scomuniche” ad alto livello: a cattolici/cristiani che non aiutano o non accolgono o cacciano altri esseri umani, a cattolici/cristiani che perseguitano chi porge aiuto, a governanti cattolici/cristiani che danno ordini sbagliati e a chi con zelo obbedisce.

Per quel che vale una scomunica, a un credente dovrebbe dar fastidio no?

Anche senza intendersi di religioni, di loro “statuti” e “costituzioni”, non è peregrino pensare che tante altre Chiese avrebbero dovuto battere un colpo contro la folle esibizione muscolare giocata sulla pelle di migranti. Invece di guardarsi l’ombelico e, pregando, aspettare che passi. Almeno un paio di queste religioni avrebbero potuto/dovuto affiancare il collega Francesco, invece di starsene prudentemente zitte alla larga, quiete e altezzose ad aspettare la sua visita epocale. Che prima o poi arriva, basta preparargli la spianata per bagno di folla e bandierine.

L’occasione si ripresenterà prestissimo, alla prossima Diciotti.

28 agosto 2018                             PGC

letteraturamagazine.org

Annunci